Ma cos’è, dopotutto, un ebook?
La risposta immediata che ci viene proposta è: un libro elettronico.
Linguaggiando in tal guisa, scatta automatica l’equazione: l’ebook non è altro che un libro,
così come siamo abituati a pensarlo, solamente in formato digitale.

Una serie di icone mimetiche sostengono questa idea: la metafora della libreria,
nel senso degli scaffali “fisici” sui quali allineiamo i nostri ebook
(penso in particolare all’app iBooks per iPad), o la metafora dello sfogliare le pagine,
giocando in punta di dito sul bordo dello schermo, o quella del segnalibro
Chi ha pensato l’approccio e l’interfaccia visiva degli ebook, in effetti, vuole rendere familiare l’esperienza di lettura e, prima ancora, di “uso” di questo nuovo oggetto.
Ma coglie nel segno?

In realtà qui siamo davanti ad un’aporia del linguaggio, anzi, forse a una sorta di inganno. Vediamo perché. 


Benedetto XVI lascia il pontificato. «L’esercizio attivo del ministero».
Lo ha lasciato, oggi.
È una decisione che genera un fatto: libero, sovrano, stupefacente.

Non si rinuncia al potere.
Non si rinuncia alla responsabilità.
Non si fugge dalla fatica.
Sguardo del mondo e sguardo del fedele si incrociano qui.
Tutti siamo smarriti, persino sgomenti