Voci di un millennio. Glossario minimo di Storia medievale


Ho appena pubblicato un nuovo, piccolo ebook, dedicato al lessico del Medioevo:

Voci di un millennio
Glossario minimo di Storia medievale

Medioevo | Glossario | Cover 4

È uno strumento di base, essenzialmente didattico, e si compone di 231 voci
– per chi ama la precisione – organizzate
in 17 aree: dai poteri nazionali
e sovranazionali alle forme di governo,
dal cristianesimo e dal monachesimo
all’ebraismo e all’islam, dalla cultura al diritto,
dalla società al feudalesimo,
la civiltà comunale, le crociate e altro ancora.
Ogni voce è definita in maniera sintetica
e corredata di etimologia.
Per molte voci sono proposti anche approfondimenti concettuali e storici,
per dilatare lo sguardo dalle singole parole
alla civiltà che le ha generate.

Insomma, un piccolo punto di ri-partenza.

Per chi fosse interessato, è disponibile su iTunes (iPad e dintorni) e Amazon (Kindle e soci).
La versione cartacea, al momento, non è prevista.

Buona lettura, cordialmente.

mm

P.S.: il titolo – che trovo bello, quasi un piccolo lampo – è frutto di un prezioso
scambio di idee con l’amico Fabio Pusterla: grazie, Fabio.

Strepito di vittoria: l’eco sui media (LA1 e Rete Due | RSI)


Detto da un curatore può sembrare eccessivo,
ma la sala gremita, le persone in piedi, il tempo che si dilata
– alla fine saranno circa due ore, senza contare il rinfresco a seguire –
e quel gusto condiviso di qualcosa di interessante e persino di piacevole…
Ecco, ogni tanto succede.

Parlo della presentazione della nostra (con Luca Saltini e Gabriele Faggioni) piccola mostra
“Strepito di vittoria: la battaglia di Novara
e il predominio svizzero sulla Lombardia (1513-1515)”,
inauguratasi martedì 29 gennaio alla Biblioteca cantonale di Lugano.

Così anche i media se ne accorgono,
ed è radio
(Foglio Volante, 30.01.2013, ca. h 18:00, Rete Due | RSI, dal minuto 01:35)

e televisione
(Il Quotidiano, 30.01.2013, ca. h 19:30, LA1 | RSI)
:
piccole creste di storia nelle vaste onde dell’ecoico e dell’iconico.

Strepito di vittoria | RSI | LA1

Buon ascolto, buona visione.

mm

Meta Storia | Le mete 2013: Parigi e Firenze


La Storia è presente. Altrimenti, come potremmo conoscerla?
Allora immergiamoci nel presente – tracce, memorie, tradizioni… – e viviamo la Storia. Una nuova serie di viaggi per tutti, perché tutto ciò che serve
è il desiderio di scoprire luoghi, storie e personaggi meravigliosi.

Meta Storia | Sulle tracce del tempo propone per il 2013 due nuove mete:
la Parigi medievale (30 maggio-2 giugno)
e la Firenze di Dante e Boccaccio (26-29 ottobre),
in occasione dei 700 anni dalla nascita di Giovanni.

Per chi ama la storia, i viaggi, la scoperta:
due proposte di viaggio
firmate da me
e confezionate da Dreams Travel & Tour.
Un’occasione per rivedersi, o per conoscersi…

Cordialmente,

mm

Presentazione
Meta Storia Presentazione 2013

Informazioni e dettagli
Dreams Travel & Tour

Meta Storia | Sulle tracce di eretici e crociati


La Storia è presente. Altrimenti, come potremmo conoscerla?
Dunque è immergendoci nel presente – tracce, memorie, tradizioni… –
che possiamo riscoprirla e, in certa misura, riviverla.
La terra, le pietre, le imprese di quanti ci hanno preceduto – uomini e donne –
sanno parlare, per chi sa ascoltare e ama vedere.

Meta Storia | Sulle tracce del tempo nasce per questo:
distillare il tempo, calcare i luoghi dove grandi fatti storici
hanno preso corpo, anima, vita.

Per chi ama la storia, i viaggi, la scoperta:
una proposta di viaggio
firmata da me
e confezionata da Dreams Travel & Tour.
Un’occasione per rivedersi, o per conoscersi…

…sempre che raggiungiamo il numero minimo di partecipanti… 😉

Cordialmente,

mm

Presentazione
Meta Storia | Presentazione

Informazioni e dettagli
Dreams Travel & Tour

Mordere la Mela


Ci siamo: i nostri titoli iniziano a germogliare anche sull’albero della Mela morsicata,
alias Apple Inc.
Si comincia con:

La battaglia di Hastings (1066)
The Battle of Hastings (1066)
La battaglia di Ascalona (1099)
La battaglia di Hattin (1187)
Le crociate di Terrasanta. Due secoli di epopea, in breve

Che sia via web, iTunes o tramite iBooks, tutto converge verso l’iBooks Store
Buona lettura!

The Battle of Hastings


The morning of the battle dawned.
William took mass and hung saintly relics around his neck – the very same relics
over which Harold had sworn, two years previously, to be his liegeman.
Next, he donned his armour, only to discover it was back to front.
Some may have taken this to be a bad omen, remembering, perhaps,
the flight of the comet, but the Duke laughed, had his servants turn it around and said:
«Today everything will be turned around and I will no longer be merely a Duke,
I will be a King». And with that, he walked out to meet his troops.

Many remember the speech he made. Continua a leggere…

Canossa


A memoria d’uomo, non si era mai visto un inverno così.
La neve era caduta abbondante, rendendo ancora più impenetrabili
le strette vie sugli Appennini. Osservato passo passo dalle guardie della contessa,
il corteo era avanzato a fatica; lo guidavano il re di Germania, Enrico,
con la moglie e il figliolo di due anni. Nel gelo pungente di quella fine di gennaio,
il castello di Canossa si ergeva come un sogno di pietra, bianco scoglio
in un mare di bianco, roccaforte imprendibile in mano a sua cugina.

Ella era la “grancontessa” Matilde, cugina del re e donna più potente d’Italia.
Dai suoi possedimenti sarebbe passato il destino d’Europa,
perché non c’era modo di sfidare il suo potere tra quei recessi della montagna,
dove lei aveva accolto il monaco che si faceva chiamare papa,
quella maledizione vomitata dall’Inferno contro il re di Germania.
Matilde aveva dato rifugio a Ildebrando, alias Gregorio VII, ed Enrico era giunto sin lì
per trattare, per comporre quel dissidio nefasto che lo aveva quasi precipitato dal trono. Ma le porte del castello erano rimaste chiuse.
Gregorio tacevaContinua a leggere…